Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 AEC Dorchcester Commander Post

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 15 Mag 2015 - 13:19

.

Il modelismo, quello VERO è una discilina come molte altre serie applicazioni (per alcuni credenti la stessa fede diventa la disciplina per vocazione e scelta).

....... l'abisso che separa l'abilità modellistica dagli spacciatori parvenu, si misura dai fatti concretizzati nel tempo, il grande giudice imparziale che va oltre l'osservazione pubblica per scelta di parte ........

Qualsiasi progetto dev'essere calcolato per fattibile esaminando più materiale inerente al soggetto scelto, dov'è difficile se non impossibile trovare informazioni, disegni e dati appena attendibili per incominciare a capire un punto d'inizio o di rinuncia, perchè da buon segugio sulla rete interDET ho trovato un'infinità di soggetti interessanti mai arrivati alla fine.
La prima falla sull'estusiamo sui carri armati è di sottovalutare i cingoli da ammettere sul soggetto in causa, e per i veicoli, le ruote. Le ruote sono l'indispensabile chiave di lettura per estrapolare da "una fotografia" leggi immagine grafica, dalla quale si ricavano le parti in scala per un progetto che va disegnato per capire la sua attuazione.

... qualsiasi disegnatore tecnico conosce i principi d'estrazione grafica in assenza di disegni meccanici ...

Il post commander:



... questo cassone inglese blindato usato come centrale di trasmissioni a lungo raggio, dove le difficoltà maggiori s'incontrano sul musone sfaccettato da numerose piastre inclinate e dove un solo errore, compromette le altre quote da osservare ... è stato una sfida andata a buon fine come altri progetti unici nel loro genere ...

Un soggetto ostico da riprodurre, specilamente nella scala 1.16 dove trovare le ruote con le caratteristiche idonee è un terno al lotto. Questo modellone da 50cm si vale di sei ruote artigliate di derivazione ROBBE e di sei cerchi di derivazione wedico miracolosamente compatibili (l'enorme magazzino della Factory di Sven, di un tempo, perchè ha chiuso l'attività) ha vomitato le fondamenta necessarie per edificare il resto, senza le basi fondamentali ogni progetto fallisce per imperizia.

... su come procedere "per apprendere" sulla costruzione, per chi ne fossero interssati, regalo con piacere le operazioni abbastanza dettagliate, da seguire con attenzione prima di procedere con facili ambizioni pernon finire mediocremente in delusioni fallimentari ... lo scrivo perchè di lavori altrui, ricevuti per essere portati a termine, ne ho avuti fin troppi ...

ps.beninteso, il detto: ogni scarrafone è bello a mamma sua, vale per chiunque.

Solo i permalosi si sentono sminuiti se sottoposti a crritiche, le persone intelligenti le accettano per migliorarsi.



lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 17 Mag 2015 - 14:27, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 15 Mag 2015 - 14:36

.

... se incontro chi ne sa più di me, ho la certezza d'imparare quel che non so ...

Alcuni, incontrando la conoscenze la scambiano per insolenza.

....... le ruote  necessarie con i cerchioni, per tracciare i disegni in scala "completamente estrapolati dalla grafica fotografica .......



... le foto del veicolo sono pochissime



........ quello che uscirà, in seguito sulla realizzazione del commander post, si deve a queste poche fotografie ...







.... per chi in contempronea, stanno seguendo il reposter http://lavellig.forumattivo.it/t473-per-restare-nel-tema#3606

può renderesi conto delle rivalità esternate da attori lontanissimi dal comprendere, senza astio, l'abilità altrui di realizzare con molte probabilità quanto, per loro impossibile.



Il senso di sfida nasce dalle origini animalesche, mai sopite dalla razza umana, ed è naturale per istinti compromessi perdere il lume della ragione, senza contare le responsabilità da assumere senza che queste, diventino una spada di Damocle in sospensione.

........ mai mettersi al pari d'altri, si potrebbe uccidere (dentro) se stessi ...

Chi mi segue da anni, sa che non copio altri lavori neppure per migliorarne l'aspetto (pratica comune della maggior parte di chi continua una strada percorsa mille volte, senza trovare il coraggio di prototipare un soggetto "novità". Ripetersi per continuare un filone scontato atrofizza non solo l'autore mediocre invalidando anche la perte più nobile della sua faticaccia per apparire un debuttante. Conosco molto bene, anzi benissimo, modellisti oltre misura bravi, incapaci di sopportare un confronto pubblico. Non riuscirebbero accettare l'intollerabile, sia pure minima critica o lieve, osservazione sul loro considerato intoccabile modello. Perchè non è il modello contestato l'origine di reazioni poco contenute, ma unicamente uno smodato ego "forzatamente gonfiato" che non sopporta nessuna critica da chiunque.

...... il modellismo si sa, è frequentato da esibizionisti, iscritti per mostrare o partecipare a dibattiti e l'esibire loro stessi come saccenti "per sentito dire" li espone come persone a nudo, a volte ai mnargini della macchietta napoletana .......

Il modellismo è seguito da chi portano i fatti, contano le prove di chi si afferma tale come autore.

lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 17 Mag 2015 - 14:29, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 15 Mag 2015 - 17:13

.


.... originalità, fantasia, creatività e innovazione ........ dovrebbero diventare per norma regole da applicare in ogni azione e nell'eccezione non manca il "telaio in forex" usato anni fa come dima per un autocarro a tre assi 2x4 e diventato in seguito lo studio per sostituire il classico telaio in metallo ....... una sorpresa per i puristi con qualche perplessità sull'integrità di una realizzazione che ha dato, nonostante l'azzardo un risultato al di là delle rosee aspettative, non solo per la robustezza ma per la facilità di esecuzione e scelta mirata per ogni tipo di veicolo ....






... cinque millimetri di spessore, eventualmente centinato, con traversi a T secondo l'impiego chiesto e sfido telai in metallo e truck sui cinque chili cheers cheers cheers  (raddoppiando gli spessori sui longheroni) accetto la sfida con oltre i dieci chili cheers cheers cheers entusiasmo a buon mercato?
Ho massacrato decine di soggetti per testare le mie idee fino all'estrema conclusione: o pienamente riusciti o da buttare ... affascina più del decimo tollino del Fùhrer da verniciare ... a proposito di verniciatura  Very Happy

Curiosità: un lucano mi ha definito il "vernicista" e questa definizione non l'avevo ancora sentita. Grazie Davide, ho chiuso la baracca,  sono certo che riuscirai nel (vernicistare) il tuo panzer.



..... dove si parla di VERO modellismo, si esce dagli schemi obsoleti per una maturità che si conquista attraverso il "nuovo" e non passivamente sulle galline perchè fanno buon brodo ..... parlare di innovazioni si parla del coraggio delle proprie azioni. Argomenti sconosciuti per conservatori e immaturi, proibiti ai copioni, inimmaginabili per chi non oltrepassa la lunghezza del naso .....

lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 17 Mag 2015 - 14:30, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 15 Mag 2015 - 21:43

.

... la bozza preliminare



...... del cassone blindato



............. serve per controllare l'esattezza del progetto sulle relative proporzioni cheers

.... lavoretti del genere non sono da sottovalutare perchè un errore di qualche millimetro può ripercuotersi su tutta l'area inficiando non solo le quote in scala ma "torcendo" visibilmente il manufatto




... i ponti sono wedico in scala 1.16 resi basculanti dall'ancoratura centrale



... il sistema consente una copiatura del terreno senza pari assicurando la completa trazione

............... naturalmente, senza la trazione anteriore le prestazioni fuori strada calano del 50% e quindi si deve mettere mano alle tasche



... chi immagina che l'auto costruzione costi poco si sbaglia (i soli differenziali dedicati sfiorano i cinquecento euro)

... in giornata parlando con un modellista, chiedeva se doveva agire direttamente sul forex oppure quotare il disegno sul cartoncino da riportare in seguito sul forex. Il vantaggio dei disegni è che si correggono più volte, al contrario un taglio sbagliato sul forex ne richiede uno giusto ... personalmente, disegno i progetti con calma e li controllo parecchie volte scoprendo una quantità di minimi errori, fatali sulla quantità dei pezzi da unire, cone questo "musone" blindato a struttura diamante



... il disegno già complicato di suo, serve ben poco senza il calcolo della proiezione (quota di profondità) vale a dire che sarà tagliato e corretto man mano si costruirà il musone in cartoncino apportando tutte le modifiche del caso, risolto il problema, ogni singolo pezzetto sarà trasportato sul forex e tagliato con esattezza (considerando l'ovvio spessore differente dal cartoncino) ... per questo musone, l'anteriore e il cofano saranno di 2mm di spessore e i pezzi laterali in plasticard da 1mm

... i ponti posteriori sono ancorati centralmente, oscillano lateralmente con una buona escursione in linea



................ non sono "molleggiati" ........ in un precedente lavoro, l'ancoraggio centrale a triangolo è stato reso elastico da una molla a elica fissata sulla testa del differenziale ... la molla dura è servita poco e quella morbida dava l'assetto ballonzolante con un dondolio antipatico frenato da un paio di ammortizzatori, risultato: ho scelto le oscillazioni e l'assenza di molleggio



.................... il problema è sempre la scala 1.16 dove non si trovano le misure desiderate e l'adattamento si deve fare tagliando e restringendo la carreggiata, oppure spendacciare euro .. che di questi tempi non è raccomandabile

lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 1 Giu 2015 - 18:37, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Gio 21 Mag 2015 - 21:24

.


... il musone non fu un passeggiata



.................. dieci pezzi da incastrare  affraid  cheers con precisione



... nàffaticatadacalcalucazz






... il radiatore del gruppo elettrogeno



.................... il tetto



..... la chiodatura delle piastre



........................ l'inteno del posto di comando



lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 1 Giu 2015 - 18:39, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Dom 24 Mag 2015 - 20:53

.









........ il cassone blindato completato con tutti gli accessori esterni "un paio di buste per le chiodature" fanale orientabile, manigle, cerniere, radiatori etc. si avvia alla revisione conclusiva  cheers  affraid  cyclops





....................................................................... incominciare nel pensare la scelta del colore (inglese) in cui predominava il "verde" diventa un problema quasi insolubile per le diversità d'assegnazione territoriali ...

Nel 1944 un grande AEC 6x6 ACV è stato sviluppato. Il veicolo si è basata su AEC 0857 camion telaio ed è stato alimentato da un motore diesel da 198 cv. Lo scafo è stato saldato da acciaio laminato di spessore 9 mm. Il peso del veicolo ha raggiunto le 17 tonnellate. Sono stati costruiti cento e cinquantuno unità.

... il commander post non è stato in Africa ed è arrivato presumibilmente in Europa con lo sbarco alleato verniciato di verde. La sua azione come posto comando lo relega nelle retrovie al riparo dalle prime linnee d'avanzata e lo si potrebbe trovare mimetizzato o del colore assegnato ... fotografie, le poche trovate, lo ritraggono in bianco e nero senza camo ...

Problems??

.... risolto con l'AEC Mammut, catturato dai tedeschi in Africa



... ripreso sul trattore d'artiglierie campali pesanti con la camo a orecchie di topolino



... sullo Scammell



... il Morris con la livrea africana rosata



... il Matador



....................... i RAL "inglesi" recuperati attraverso restauri fatti su veicoli militari ???



...mammèilverdenunmepiase scratch

lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 1 Giu 2015 - 18:40, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Mar 26 Mag 2015 - 14:17

.


............................ macchecèvopefastocoamion?

Traduzione: che cosa serve per realizzare questo soggetto.

... pochi ma indispensabili accessori quali cartoncino, goniometro, bisturi, matita, la fresa per ottenere tagli di precisione al decimo di millimetro, ...........



... plasticard, forex di vari spessori, pinze, trapanino a mano ........................



..... indiscussa abilità progettuale, perchè in assenza di base il resto diventa inutile ... pazienza, basterebbe la conta dei pezzi necessari (più di seicento) e le ore impiegate sulla realizzazione (circa un paio di settimane di tempo libero) senza contare l'esborso in euro per la parte meccanica ed elettronica (circa 800 euro) e direi fattibile per chiunque abbia le possibilità di provarci.

lol!

ps. i limiti sulle nostre infinite possibilità sono fissati da noi stessi. Chi si sente un arrivato, si è solo bloccato in se stesso.

... le antenne potevano mancare??







....... la modifica per i cerchi




.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 1 Giu 2015 - 18:40, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 29 Mag 2015 - 9:34

.

... alcuni particolari sono piccolissimi, come le antenne con i fanalini di posizione sui parafanghi



............ il supporto per i rocchetti stendi filo telefonico



... la scaletta



..... la prototipazione segue la linea navale dove i passaggi s'intrecciano dall'ossatura della chiglia al fasciame, alle sovrastrutture arrivando al sartiame con le vele ... è l'identica linea seguita per ogni soggetto autocostruito che parte dal telaio per raggiungere un'infinità d'attenzioni per dei particolari che solo l'occhio attento dell'osservatore sa cogliere nell'insieme dell'opera unica ...

..... la swamp boat, imbarcazione da palude ...



......................... è nella sua unicità un esemplare inimitabile, l'autocostruzione è lontanissima dagli standard commerciali e per tanto diventa un prodotto di nicchia riservato a pochissimi estimatori dell'originalità ...

lol!

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Lun 1 Giu 2015 - 18:41, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Lun 1 Giu 2015 - 18:33

.


.... non ci sono altre foto sulla costruzione ...



................. le prossime sono sulla verniciatura affraid

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Mer 3 Giu 2015 - 20:58

.

.... come ho scritto il verde inglese lucido usato in alternativa sui 151 Commander Post non mi andava come verniciatura, ho ripiegato sul colore campale (che si trova con facilità sui veicoli inglesi) e se qualcuno lo trova improbabile gli direi di esaminare le camo a orecchie di topolino o le mimentiche navali trasportate sui carri d'attacco in Tunisia, a Malta, dismesse per l'assurdità dopo l'invasione dell'Europa ... le uniche fotografie ritraggono un rottame sopravvissuto dove l'unica vernice visibile è il mignon antiruggine .... la mia non è una licenza arbitraria e poichè la collezione ha assunto un interesse ragguardevole per alcuni intenzionati a farne un'attrazione pubblica ... se qualcuno ha fotografie che ne provano il contrario, sono oltremodo disposto a riconoscere l'aiuto dato ....







... il colore è stato ricavato dal Bedford di proprietà della collezione Lietti (sul quale più di ventanni fa furono decorate le camo a orecchie di topolino) che almeno un "affezionato curioso" su questo sito, ricorda d'avere contribuito ...






........ il colore si sa cambia con la luce ed è percepito attraverso le virature computerizzate inaffidabili all'occhio umano ...



... la coccarda per l'identificazione aerea bene in vista poichè nonostante il Cammander Post avesse la sua posizione al sicuro nelle retrovie e l'aviazione tedesca decentrata altrove, le continue ondate aeree alleate che attraversavano la Manica potevano individuare il veicolo isolato scambiandolo per nemico ...



...... i soggetti inglesi collezionati, manca il Morris ................................



... i due con le insegne tedesche sono veicoli catturati in Africa

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   Ven 19 Ott 2018 - 14:08

.

Caro Dante la tua accoglienza e disponibilità ha soddisfatto oltre l'aspettativa le mie curiosità che non finirò di ringraziarti, potere avere accesso alla tua incomparabile collezione mi ha lasciato di stucco e avrei una curiosità lasciata in sospeso da chiedere sul modello inglese che tieni sul banco da disegno, quello dal colore giallo rosso che non ho capito. Gli inglesi usavano i verdi e le mimetiche strane ma un colore così non so spiegarmelo. Certo della tua cortesia so che soddisferai anche questa domanda che mi rode dalla visita. Saluti miei e ......

... presto fatto, il veicolo essendo uno di tanti posti di comando e trasmissioni sbarcati in Francia e stanziati nelle retrovie dell'invasione alleata, furono dipinti colore arancione per essere visibili all'aviazione inglese rappresentando un valore inestimabile tattico sulle penetrazioni delle truppe in corso ... credo che alcuni successivamente furono ridipinti per passare inosservati durante le avanzate sul territorio ... mi sono basato sulle poche fotografie trovate in circolazione come testimonianze certe ...

Come credo ti dissi chiacchierando, è stato l'ultimo soggetto auto costruito eseguito, dopo questo niente.

E' stato un vero piacere trascorrere la giornata tra appassionati modellisti, senza ignorare un pranzetto con i fiocchi.

... un saluto regolamentare sbattendo i tacchi 8come si usava una volta) dal soldato ordinario Sven ...

lol! lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: AEC Dorchcester Commander Post   

Torna in alto Andare in basso
 
AEC Dorchcester Commander Post
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» dichiarazioni di Mourinho post partita
» Post Wedding Blues
» Lo smaltimento illegale delle macerire diventa legale. Post terremoto: il rischio umano
» Micronauti : Baron Karza & Force Commander e loro mutazioni (!)
» Armi cattive

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: MODELLISMO RC-
Vai verso: