Il Forum dedicato al modellismo dinamico
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Si modellava meglio quando il modellismo era vero

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Si modellava meglio quando il modellismo era vero   Ven 26 Ott 2018 - 16:02

.

Chi sono passati attraverso il decennio d'oro del fenomeno modellistico ha visto i carri armati emergere e sparire come meteore, forse dubiterà che le immagini ripescate nell'archivio dello Sven, portano date addirittura degli inizi anni 2000 dove abilissime mani operavano capolavori per noi italioti nostrani non abbiamo mai raggiunto nonostante avessimo esempi di scuola  come insegnamenti.

Anno 2003





........... se ripenso mentalmente ai numerosi aborti partoriti da spacciatori di ciofeche fatte passare per "modellismo" mi rendo conto del fenomeno scomparso prematuramente



Non avendo mai nascosto che si impara copiando cercando da fare il meglio





... in quegli anni non conoscevo neppure cosa fossero le fotoincisioni



... però compresi il valore aggiunto nel rendere il soggetto sporco operativo dove altri montatori di scatolame idolatravano un giocattolo intonso



... sono modelli statici e dinamici in scala 1.16





... impressionanti quanto utilissimi per "comprendere" l'arte di pochi imitatori

Anno 2006





................ l'estero si lasciava copiare soltanto da coloro che desideravano concorrere per dimostrare che anche l'Italia modellistica, ultima nei tank, qualche traccia di ben fatto poteva lasciarla. Però capii in fretta che se un bue da del cornuto all'asino, in Italia mancava la cultura di fronte all'inesorabile ignoranza su che cosa fosse veramente il modellismo ...



lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
sharky63

avatar

Messaggi : 387
Data d'iscrizione : 16.12.13
Età : 55
Località (indirizzo completo) : Via Gandhi 1

MessaggioTitolo: Ricordi   Ven 26 Ott 2018 - 17:59

Avevo 14/16 anni quando frequentavo la sezione modellismo della Polisportiva Ferrariola e pochi di più quando su iniziativa di un gruppo di attivisti (io avevo già addosso il virsu RC) aprì il Museo del Modellismo Storico.
Di li ho visto passare 2 campioni del mondo di modellismo, uno nella categoria navale (poi ha utoilizzato la sua arte per Fincantieri) ed uno per le auto statiche. Ho visto scultori modellare il duca d'este e le sue truppe e poi vendere i figurini stampasti nella introvabile gomma siliconica.
Sarò stato fortunato, ma più di 40 anni fa ho visto le cose che tu esponi fatte in casa, senza kit di supporto, da veri maestri modellisti, che ricavavano i loro pezzi come i migliori orafi dei tempi andati realizzando da soli anche i macchinari per farle.
Ho visto maestri dell'aeromodellismo fare riproduzioni incredibili nel balcone finestrato di casa, fra mandolini e viole intarsiate, e sfegatati automodellisti ricavarsi i pezzi dalle barre di Nylon con utensili e torni (perfino gli ingranaggi in metallo per i servocomandi giapponesi che poi li hanno comprati ed imitati).
A me del modellismo ha affascinato sempre di più la parte dinamica che quella statica, dove per dinamico intendo la riproduzione che si muove ma anche quello che non vogliamo definire modellismo ma forse semplicemente hobby dinamico, non so.
Mi ricordo di laghetti con carri "annegati" nella resina, auto con interni a quadretti, cerchi a razze fatti uno per uno...
Non so a chi ti riferisci coll'italico modellismo, ma ti posso assicurare che ben prima del nuovo millenio c'erano persone che facevano pelo e contropelo ai modellisti mondiali e le loro realizzazioni hanno stupito.
Mi ricordo ora dei modellisti del "volo libero" (Mario Rocca mi pare si chiamasse) pluricampioni mondiali di quando i radiocomandi erano delle cassepanche, e i loro modelli delle libellule evanescenti di balsa e amore.
Ricordo il Collari padre limare e provare centinaia di micromotori per permettere al figlio di dominare per 6 volte nel campionato del mondo e lui stesso vincere nelle barche.
Sven, sono vecchio di sto mondo, dove ho vissuto molte delle gioie maggiori, e posso dirti, senza tema di smentita, che in Italia ci son fior fiore di modellsiti che magari si publicizzano male ma nulla hanno da invidiare al panorama mondiale.
E tu non fare il ritroso perchè bene o male, lo dico a ragion veduta e con l'esperienza che ho accumulato, stai tranquillamente fra questi.
Buon fine settimana!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
met5

avatar

Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 22.12.15
Età : 49
Località (indirizzo completo) : Roma

MessaggioTitolo: Re: Si modellava meglio quando il modellismo era vero   Ven 26 Ott 2018 - 18:40

Complimenti per l'occasione che non hai mancato Paolo, fortune vere e proprie. Personalmente ho sognato da ragazzino ma iniziato a metter mano molto tardi.

Nella mia città il modellismo è perlopiù quello delle macchinette RC che vedo non di buon occhio per motivi che ritengo estranei al modellismo.

Di grandi ne ho conosciuti solo uno. Più che conosciuto lo leggo, a volte ci parlo al telefono. Prima o poi vado a trovarlo però.

Mia moglie dice che vedo in lui quella figura paterna di riferimenti che mi è venuta a mancare e ne cerco l'approvazione.

Questo non lo sò. Ma di sicuro avendo due sue lavori im casa a cosa aspiro è ben chiaro.

sharky63 ha scritto:
E tu non fare il ritroso perchè bene o male.... stai tranquillamente fra questi.

Avanti che il mondo non aspetta nessuno cheers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sven Hassel

avatar

Messaggi : 5900
Data d'iscrizione : 19.09.12
Età : 75
Località (indirizzo completo) : Canzo

MessaggioTitolo: Re: Si modellava meglio quando il modellismo era vero   Sab 27 Ott 2018 - 11:55

.

... bella gente, il modellista lo fai da palcoscenico come nel nostro caso, o da autore ignoto e di questi ne ho conosciuti da restare basito per capacità individuali di prim'ordine. Per me è stato solo passione per aver trascorso del lungo tempo piacevole osservando crescere le realizzazioni personali ... una soddisfazione la date continuando lo stesso percorso individuale dove non vengono meno le singole capacità di superare difficoltà e ostacoli che avrebbero fermato altri ma non voi due determinati nel concludere quel che si inizia ...

Siete gli ultimi di una specie in estinzione?

... da quel che leggo e seguo i forum esteri internazionali la crisi non ha risparmiato neppure i minuscoli 1.35 economici e la scala 1.16 nonostante le allettanti novità langue rarefatta nell'oblio. Osservazione riguardante i tank si intende perchè i treni continuano con il navale la loro sopravvivenza ...

Ho chiuso nel 2012 e in sei anni ho assistito al tracollo associativo di gruppi (carristi e camionari) frammentati e dispersi fino a scomparire. Certo tutto finisce per ricominciare è la legge delle alternative, però, se guardo alcuni lavori di un decennio fa resto colpito dal livello raggiunto come apice prima di sfaldarsi nelle polveri per dover risorgere opacizzato.

















..................... anche i migliori imparano da altri cheers cheers cheers

.grazie bella Gente.

.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Si modellava meglio quando il modellismo era vero   

Torna in alto Andare in basso
 
Si modellava meglio quando il modellismo era vero
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Motore elettrico Brushless o a spazzole?
» Quando le cose non vanno...
» SARTIE come dove e quando
» Mailing List - Cos'è? Come funziona? Come sfruttarla al meglio!
» Saloni ed EXPO di Modellismo Navale a Catania?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LAVELLI GIOVANNI :: MODELLISMO RC-
Vai verso: